UFO. SU MARTE VITA INTELLIGENTE? NUOVE SCOPERTE DEL C.UFO.M. VIDEO!

Figura 1. Testa di una statua?
Figura 1. Testa di una statua?

UFO. SU MARTE VITA INTELLIGENTE? NUOVE SCOPERTE DEL C.UFO.M. VIDEO! Il team “C.UFO.M. Mars Anomalies”, composto dall’ ing. Ennio Piccaluga, dal dott. Angelo Carannante e da De Geronimo Antonio, propone una nuova serie di“anomalie intelligenti” scoperte proprio da De Geronimo Antonio instancabile ricercatore del CUFOM. Vi invitiamo Il presente articolo è stato scritto da De Geronimo Antonio, con la supervisione di Carannante e Piccaluga. Buona lettura.

Continuano le ricerche negli archivi della NASA. Dopo la prima serie di anomalie, davvero interessanti, che abbiamo visto QUI, continuiamo la nostra ricerca di anomalie su “Lahmu“, altro nome per indicare il Pianeta Rosso, tra le migliaia di foto scattate dal rover Curiosity ed inviate da milioni di chilometri di distanza e che impiegano diversi minuti per arrivare fino a noi qui sulla terra.Non dimentichiamo la difficoltà di stabilire le dimensioni degli oggetti che individuiamo, non di rado sicuramente ridotte. Il nostro scopo è di scandagliare migliaia di foto marziane e raccogliere quanti più indizi possibili di una ipotetica civiltà vissuta su Marte, ben consapevoli che per avere risposte sicure occorreranno missioni in loco. Speriamo che Elon Musk continui con la forte accelerazione che ha impresso agli studi e sperimentazioni per raggiungere il tanto agognato Pianeta Rosso. Il nostro studio è ben più importante di quanto si pensi in quanto  potrebbe portare allo stravolgimento della tesi sostenuta da una nutrita schiera di scienziati ortodossi  per la quale su Marte non è possibile che ci siano, o ci siano state, forme di vita.

UFO. SU MARTE VITA INTELLIGENTE? NUOVE SCOPERTE DEL C.UFO.M. VIDEO!

E’ un po’ lo stesso discorso che abbiamo fatto per il misterioso oggetto Oumuamua che, nonostante alcune sue caratteristiche a dir poco eccentriche, la scienza ufficiale, o perlomeno la maggioranza di essa, continua a ritenere naturale non preoccupandosi di non porsi il benché minimo interrogativo come dovrebbe fare un qualsiasi scienziato che possa definirsi tale.  L’ argomento principe su cui fondano le loro tesi è che  la biosfera del Pianeta Rosso è piuttosto ostile per qualsiasi forma di vita, ivi compresa quella unicellulare. Sappiamo quante volte gli scienziati sono poi stati clamorosamente stati smentiti dai fatti. Temiamo, per loro, che anche questa volta sarà così. Tempo al tempo.

Figura. Parallelepipedo molto regolare. Come mai, come visto nel nostro precedente articolo, su Marte ve ne sono tanti?
Figura 2. Parallelepipedo molto regolare. Come mai, come visto nel nostro precedente articolo, su Marte ve ne sono tanti?

UFO. SU MARTE VITA INTELLIGENTE? NUOVE SCOPERTE DEL C.UFO.M. VIDEO!

Passiamo ora  alla disamina delle anomalie scovate questa volta. In questo caso, come possiamo interpretare l’anomalia che abbiamo riscontrato in figura 1? Dopo quella vista QUI, abbiamo rinvenuto un’altra testa di umanoide? Può darsi. A noi appare precisa nella simmetria e nelle proporzioni, con delle cavità orbitarie molto ampie e simmetriche, il naso affusolato con una narice ben evidente. Ci sembra poi di intravedere la bocca piccola leggermente sorridente e perfettamente allineata tra gli occhi e il naso, le arcate sopraccigliari sporgenti, gli zigomi prominenti ed il mento pronunciato. Presenta  delle escrescenze che avvolgono la parte frontale terminando, sull’asse longitudinale della zona parietale, con due protuberanze laterali non identificabili o forse potrebbero essere una conformazione del cranio del soggetto rappresentato. Sembra un paradosso; che ci fa questa testa  sul suolo di Marte? Come dicevamo, è la seconda volta che riscontriamo una testa di statua aliena. Dunque il nostro Antonio Geronimo, come dicevamo, ne ha scovata un’altra. Sarebbe forse una forzatura considerarla “pareidolia”? Questo fenomeno, specie con i volti umani, è particolarmente ingannevole e potrebbe portarci a conclusioni errate. Tuttavia, le “teste di statua” che abbiamo trovato, ma anche quelle di altri ricercatori, lasciano molto pensare. Guardate QUI: notiamo dei particolari, davvero sbalorditivi, che sembrano perfettamente al loro posto e cioè proprio dove dovevano essere.

Figura 3. Un ufo su Marte? O forse sporco sull'obbiettivo oppure un qualcosa messo dalla NASA quando le foto vengono postate sul sito?
Figura 3. Un ufo su Marte? O forse sporco sull’obbiettivo oppure un qualcosa messo dalla NASA quando le foto vengono postate sul sito?

Quello che colpisce nei volti che abbiamo visto è che i dettagli presentano una buona  proporzione aurea del viso. In figura 2 un altro parallelepipedo in pietra, simile a quello visto nel precedente articolo cioè QUI,: è possibile che la natura sia capace di tanto? Non è da escludere, ma è la regolarità con cui tali parallelepipedi si manifestano su Marte che lascia sconcertati e dubbiosi. O forse, complici anche le particolari condizioni ambientali di Marte, in primo luogo la gravità, si tratta di banali fenomeni naturali? Non dimentichiamo gli oggetti sospesi  più volte fotografati su Lahmu che forse sono da addebitare al magnetismo, mentre gli ufologi estremisti non esitano a definirli sonde aliene o frutto della supertecnologia di ipotetiche popolazioni indigene o di alieni. Non crediamo c’entri la pareidolia, ma l’interpretazione questa volta riguarda sollo stabilire se siamo al cospetto di un qualcosa opera della natura o meno. In figura 3  la nostra attenzione è stata catturata da un oggetto anomalo sospeso nel cielo di Marte. Dall’ingrandimento che Antonio de Girolamo ha effettuato per evidenziare maggiori dettagli, si evince una intrigante forma discoidale con una forte luce riflessa sulla parte superiore che sta ad indicare la sua probabile natura metallica e riflettente escludendo, ad avviso di Antonio, una possibile macchia sulla lente del rover; elementi conducibili,per la seconda volta, all’ipotesi di un UFO? L’immagine sembra quasi che rappresenti una monoposto di formula uno con le quattro ruote nere. Davvero bella. Infine, per quanto riguarda questa tornata di anomalie, vi proponiamo la figura 4 con un’ altro riscontro architettonico, un manufatto a due gradini con un oggetto, incastrato al centro, di forma tubolare. Anche questo  oggetto, appare perfettamente squadrato e non somigliante ad una roccia naturale: anch’esso fa parte dei resti lasciati ivi da una antica civiltà che costruì una qualche antica struttura marziana?

Figura 4. Altro strano artefatto (?) sul  Pianeta Rosso.
Figura 4. Altro strano artefatto (?) sul Pianeta Rosso.

Lasciamo a voi la libera interpretazione di queste “anomalie intelligenti” che abbiamo riscontrato, chiedendovi semplicemente di considerare tutti gli aspetti di queste “incongruenze”. Le “stranezze” sono lì e si tratta solo di interpretarle. Per definizione la parola interpretazione sta a significare che vi possono essere molteplici soluzioni: a noi sembra che di alternative ve ne siano ben poche, perlomeno in alcuni casi. Un caro saluto ed un abbraccio da parte del CUFOM MARS ANOMALIES ed un bravissimo al nostro componente Antonio De Girolamo che ancora una volta ha scoperto delle anomalie entusiasmanti. Come  IL GLADIATORE , scoperto dal nostro Presidente e Fondatore dott. Angelo Carannante. Ciao ed alla prossima.

L'incredibile figura del Gladiatore. SAcoperta del nostro Presidente e FOndatore dr. Angelo Carannante nella regione di Cydonia proprio di fronte alla celeberrima Face.
L’incredibile figura del Gladiatore. Scoperta del nostro Presidente e Fondatore dr. Angelo Carannante nella regione di Cydonia proprio di fronte alla celeberrima Face.

Eccovi i link che vi conducono al sito ufficiale NASA dove sono postate le immagini originali che abbiamo trattato in questo articolo:

Link 1: Foto 1 - Foto 2 - Foto 3 - Foto 4.

ECCOVI IL VIDEO DI QUESTE PRIME ANOMALIE MARZIANE DEL 2019. Buona visione.

Per le iscrizioni al C.UFO.M. telefonare al n. 320/4659798, oppure scrivere a centroufologicomediterraneo@gmail.com, oppure angelo.carannante30@gmail.com o infine contattarci sulle nostre pagine ufficiali facebook “Centro Ufologico Mediterraneo – C.UFO.M.” oppure ” Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano”. Raccomandiamo ai nostri tanti seguaci che si imbattessero in un fenomeno ufologico di tenere pronto il cellulare o altro apparecchio fotografico a portata di mano per scattare delle foto o girare video a supposto della loro testimonianza. Se la segnalazione si rivelasse interessante ed abbiamo la possibilità di mandare qualche nostro inquirente sul posto, lo faremo come abbiamo spesso fatto. Inoltre invitiamo tutti quanti ad iscriversi al C.UFO.M., adempimento molto semplice.

Non vi preoccupate se ancora non vi sentite preparati, perché vi insegneremo noi a diventare dei veri ricercatori guidandovi passo passo. Cura del sito, indagini sui luoghi degli avvistamenti, analisi delle immagini, preparazione dei video in cui si mettono in evidenza gli ufo, scrivere articoli a tema ufo e materie connesse (cerchi nel grano, oggetti fuori tempo, anomalie di Marte e pianeti) per il nostro notiziario ufficiale C.UFO.M. MAGAZINE NEWS e per il sito www.centroufologicomediterraneo.it, ricerca di x file anche su siti stranieri, diventare relatori nei convegni. Ed ancora tanto ma tanto altro. Abbiamo soci in molte zone d’Italia e stiamo crescendo. Su affrettatevi. Per ora però…occhio al cielo e pronti con fotocamere e videocamere.

i-numeri-del-c-ufo-m

C.UFO.M. MAGAZINE – NOTIZIARIO UFFICIALE C.UFO.M.

cufommagazine-1-2-e-3

SCARICA I PRIMI 3 NUMERI GRATIS CLICCANDO SUL SEGUENTE LINK:

DOWNLOAD GRATIS NUMERI 1, 2 E 3 C.UFO.M. MAGAZINE

negozi con bracciale
C.UFO.M Magazine n ° 118,82 MB

copertina2

C.UFO.M Magazine n. 28.24 MB
123456789101112131415
17