UFO. CRYSTAL KNIGHT. STORIE DI UFO E ALIENI!

Prima di leggere l’articolo, sentite questo dibattito ufo su raidue. Un famoso ufologo contro tre scettici. Cosa è stata capace di combinare la RAI. Ma ad un certo punto, l’imprevisto. Per  ascoltare la trasmissione cliccate sul seguente link: Non è un paese per giovani. Dibattito sugli ufo: ufo si, ufo no.

Articolo a cura di Alessia Matteoni. Socia C.UFO.M. UFO.CRYSTAL KNIGHT. STORIE DI UFO E ALIENI. Nel 1947 ci furono, secondo fonti anonime riportate a Victor Martinez (ex funzionario governativo statunitense), due ritrovamenti UFO in New Messico. Il primo a Corona ed il secondo a Pelona Peak. In entrambi gli eventi ufologici, vennero trovati due dischi volanti e, nel primo, un extraterrestre vivo.

Articolo di giornale riguardante l'accaduto.
Articolo di giornale riguardante l’accaduto.

Stando ai resoconti, l’extraterrestre in parola è un EBE, proveniente dal pianeta Serpo, situato nel sistema stellare Zeta Reticoli a 42 mila anni luce dal pianeta Terra. Il corpo dell’alieno venne quindi trasferito al Laboratorio Nazionale di Los Alamos dove verrà poi studiato. Nel secondo caso di cui sopra, a Pelona Peak, vennero trovati nel 1949 sei corpi extraterrestri. L’EBE trovato a Corona rimase in vita fino al 1952 e riuscì a stabilire delle comunicazioni con il governo degli Stati Uniti spiegando il funzionamento di alcuni comandi degli oggetti ritrovati nel velivolo.

Presunta scrittura degli EBEN's
Presunta scrittura degli EBEN’s

Ebbe così inizio il progetto Serpo (Crystal Knight) in cui 12 piloti militari americani (10 uomini e 2 donne) vennero trasformati in astronauti e mandati direttamente sul pianeta Serpo. Questo programma prevedeva uno scambio umani-alieni, per cui, i così detti EBEN’s lasciarono un alieno sulla terra  portando con sé i dodici astronauti.

UFO. CRYSTAL KNIGHT. STORIE DI UFO E ALIENI!

Foto definita originale dal sito www.serpo.org che ritrae la forma di vita aliena protagonista di questi due avvenimenti.

Qui in alto, foto definita originale dal sito www.serpo.org. Essa si riferisce alla forma di vita aliena protagonista dei due avvenimenti citati.

I dodici astronauti  (partiti per Serpo nel 1964) sarebbero dovuti tornare dopo 10 anni, ma rimasero sul pianeta Serpo fino al 1978; tornarono in 8, due di loro decisero di rimanere su Serpo, mentre altri due morirono sul pianeta citato prima. Al loro ritorno rimasero in isolamento dal 1978 al 1984  in varie strutture militari. All’epoca in sui scrivo questo articolo, gli 8 sopravvissuti sono tutti deceduti: l’ultimo di loro morì nell’anno 2002. Stando sempre a quanto si dice in merito a questo progetto, successivamente venne programmato un altro scambio (progetto Bishop), che, però, venne venne poi cancellato dal presidente Ronald Reagan nel 1985. Queste informazioni sono state pubblicate sul sito ufficiale di Bill Ryan (www.serpo.org) , per poi essere confermate da ex ufficiali delle agenzie governative statunitensi e da Richard Doty, ex agente speciale dell’AFOSI (ufficio investigazioni speciali Air Force). La vicenda è vera o si tratta di un’opera di disinformazione?  Esiste la possibilità che questa storia abbia un fondo di verità, ma anche che sia stata un’operazione messa in piedi dal Governo degli Stati Uniti come parte di un progetto graduale di ambientazione della popolazione terrestre alla effettiva esistenza di forme di vita extraterrestri. Purtroppo, dopo la morte dei presunti astronauti del progetto Serpo, non si sono più registrate testimonianze che potessero confermare e conferire sicurezza a quanto sopra scritto. Sta solo a noi credere o meno e cioè farsi un’opinione sulla base dei fatti raccontati. Si tratta effettivamente di cose straordinarie ai limiti dell’incredibile, per cui occorrono studi approfonditi, mettere tutto insieme ed eliminare le informazioni palesemente assurde ed improponibili. Infatti le bufale sono sempre dietro l’angolo. Gli EBEN’s sono davvero atterrati sul nostro pianeta? Qualche essere umano avrà davvero avuto il privilegio di osservare queste entità ed il loro pianeta più da vicino? Concludo questo mio articolo e le mie riflessioni con il seguente bellissimo detto: “Esistono due possibilità: o siamo soli nell’universo o non lo siamo. Entrambe sono ugualmente terrificanti.” -Arthur Charles Clarke.
Fonti: usac.it
www.serpo.org

img-20171031-wa0001

UFO E ALIENI. SABATO 11 NOVEMBRE. INGRESSO LIBERO. IL CUFOM E GLI PSICOLOGI AFFRONTANO, IN UN IMPORTANTE CONVEGNO, IL TEMA “IO E L’ALTRO…L’ALIENO” AD APOLLOSA, NEI PRESSI DI BENEVENTO, NELL’IMPORTANTE POLO TECNOLOGICO SANNIO TECH.

Il mondo della ricerca, quella ufficiale, sembra cominciare a prendere sul serio il tema ufo ed alieni. Il dott. Nino Capobianco, psicologo e psicoterapeuta clinico, vicepresidente del C.UFO.M. (Centro Ufologico Mediterraneo), reduce dal successo del convegno di Bacoli con un numeroso pubblico, è l’anima di un importante evento che affronterà il rapporto dell’essere umano con l’altro…l’alieno. Parliamo del convegno che si svolgerà ad Apollosa, paese confinante con Benevento, presso la Sannio Tech, Polo scientifico e tecnologico, che ha inteso ospitare l’evento. L’appuntamento per tutti gli appassionati e studiosi è in piazza san Giuseppe Moscati, sulla SS. Appia Km 256, sabato 11 novembre dalle ore 16.30 alle ore 19.00, facilmente raggiungibile. L’ingresso sarà gratuito. Anima dell’evento è il dott. Nino Capobianco, che ha allestito quest’importante convegno – seminario dal titolo, molto esplicativo, “Io e l’altro…l’alieno”.

programma-png

UFO E ALIENI. SABATO 11 NOVEMBRE. INGRESSO LIBERO. IL CUFOM E GLI PSICOLOGI AFFRONTANO, IN UN IMPORTANTE CONVEGNO, IL TEMA “IO E L’ALTRO…L’ALIENO” AD APOLLOSA, NEI PRESSI DI BENEVENTO, NELL’IMPORTANTE POLO TECNOLOGICO SANNIO TECH.

Il tutto si svolge nell’ ambito della  SETTIMANA  DEL BENESSERE PSICOLOGICO – giunta all’ottava edizione, promossa dall’Ordine degli Psicologi della Campania. Il dott. Capobianco ha voluto prendere occasione dal tema “IO E L’ALTRO” che lo stesso ordine campano, in questa edizione, ha indetto in ambito regionale e proposto alle istituzioni (scuole – comuni – studi privati), aggiungendo al tema stesso – e non in maniera provocatoria, ma semplicemente sottolineando l’importanza e necessità in tempi moderni dell’attenzione da rivolgere al versante ufologico – il riferimento agli ALIENI; tema questo dibattuto a livello mondiale in ogni area del contesto sociale. Il dottor Capobianco sottolinea il prezioso ruolo della Commissione dell’Ordine preposta per l’accoglimento del progetto e nel contempo si serve della collaborazione, indispensabile, del C.UFO.M. (Centro Ufologico Mediterraneo, con sede centrale a Benevento), il cui presidente, l’avvocato Angelo Carannante parteciperà ai lavori con note conclusive. Il dott. Capobianco, in qualità di socio, in ambito CUFOM, porta avanti, da diversi anni, un progetto di ricerca legato alla fenomenologia aliena dal tema “IMPATTO PSICOLOGICO IN IPOTESI DI CIVILTA EXTRATERRESTRI” e gli stati emotivi correlati, partecipando, ed esponendo i propri dati raccolti, a convegni nazionali e internazionali.

locandina-convegno-benevento-1

Tra le ricerche relative alle paure ed emozioni correlate appunto agli alieni, lo psicologo ha strutturato un questionario Q.UFO.01 che cerca di individuare, nella somministrazione ad una vasta platea di persone, attraverso 6 fattori principali, gli effetti e gli stati emotivi dei soggetti eventualmente coinvolti direttamente nella fenomenologia e più ampiamente esteso alla gente comune. A tal proposito il questionario è stato somministrato, negli anni passati, a fasce di popolazione non solo italiana, ma anche estera (Messico, Serbia, Romania, Russia, Perù). I risultati, molto interessanti, saranno esposti nel convegno di sabato 11 novembre a cui parteciperà anche l’ing.  Adamo Fucci, socio C.UFO.M., che ha vissuto in prima persona fenomeni di contatto ed abduction, presentando il suo ultimo libro “Disservizi Alieni” in cui racconta la propria esperienza, trattando anche di Universo Quantico e stimolando in tal modo la scienza ufficiale ad analizzare il fenomeno, con critica costruttiva. Sarà poi la volta del dottore Giovanni Vella, psicologo psicoterapeuta, che si soffermerà su Ansia  Paura e Fobia negli stati emotivi di emergenza, accennando anche al metodo Vella con la Navigator Therapy quale contrasto allo stress emotivo e somatico; tecnica questa creata dallo stesso e dal fratello biologo Antonio. Vi saranno i saluti del dottore Piero Porcaro, direttore della Sannio Tech e del sindaco di Apollosa, dott. Marino Corda. Chiuderà i lavori il presidente C.UFO.M., dott. Carannante con una relazione preparata per l’occasione. Questa iniziativa vuole stimolare l’attenzione della scienza ufficiale su un tema particolare e delicato che sta sempre più coinvolgendo le masse e porre in evidenza gli studi approfonditi che gente appassionata, ma anche professionalmente valida, effettua in una materia ed ambito, quello degli ufo/alieni, che crea curiosità, a volte ironia, ma sempre più spesso, e ci si augura in maniera definitiva, attenzione e rispetto.

 p rogramma-definitivo-convegno-di-rho-domenica-01-10-17 i-numeri-del-c-ufo-m

C.UFO.M. MAGAZINE – NOTIZIARIO UFFICIALE C.UFO.M.

cufommagazine-1-2-e-3

SCARICA I PRIMI 3 NUMERI GRATIS CLICCANDO SUL SEGUENTE LINK:

DOWNLOAD GRATIS NUMERI 1, 2 E 3 C.UFO.M. MAGAZINE

magazine cufom
C.UFO.M Magazine n ° 118.82 MB

copertina2

C.UFO.M Magazine n ° 28.24 MB
123456789101112131415
17