CUFOM. ROMA. AVVISTAMENTO UFO. VIDEO RAVVICINATISSIMO!

CUFOM. ROMA. AVVISTAMENTO UFO. VIDEO RAVVICINATISSIMO! L’ufo file che trattiamo in questo articolo, a nostro avviso, è uno dei migliori in circolazione a livello mondiale anche più di tanti casi statunitensi, tanto osannati e senza nemmeno un solo frame a supporto.

2 - DRAGONA

Non che le immagini oggi siano decisive, ma quando si conoscono i testimoni e la loro affidabilità, come in questo caso, allora non resta che prenderne atto.

CUFOM. ROMA. AVVISTAMENTO UFO. VIDEO RAVVICINATISSIMO!

Testimonianza. “Sono Iwona Szymanska. In data 18 maggio 2012 mi trovavo a Dragona. Erano circa le ore 9,50 di una bellissima giornata di sole e senza vento. Non so perché, ma mi capita spesso di filmare gli ufo. E così è stato quel giorno. All’improvviso, mentre sotto casa mia parlavo proprio di oggetti volanti non identificati con una mia amica, sentivo, questo fatto mi accade spesso, di girarmi e mi avvedevo di un oggetto di colore grigio scuro, credo non molto grande (è difficile stimare le dimensioni di un oggetto in cielo) e  molto strano che si stagliava nell’azzurro della volta celeste.

3 - DRAGONA

Inizialmente, a quota bassa fluttuava leggermente sopra il palazzo alle mie spalle. Richiamava la mi attenzione perchè era fermo, e subito realizzavo che non poteva essere un aereo e nemmeno un volatile. Il suo colore era costante e non notavo cambiamenti. Difficile stabilire le sue dimensioni. Non udivo alcun suono e/o rumore. La direzione era verso est. Ero incuriosita ma continuavo a parlare con la mia amica. Ogni tanto controllavo se l’oggetto era ancora lì.

UFO DRAGONA 800X600

Quando mi rendevo conto che non poteva essere un velivolo convenzionale e nemmeno un volatile, ho salutato la mia amica e sono corsa in casa a prendere la videocamera. Avevo a portata di mano una vecchia Sony HI 8 mm a nastro. Aggiungo che, mentre parlavo con l’altra testimone avevo con me la macchina fotografica. Ho provato a fare qualche foto, ma la macchina non si voleva accendere. Era bloccata. Per questo motivo ho preso la videocamera citata.

4 - DRAGONA

Finché non sono uscita fuori, l’oggetto non si spostava. Ha cominciato a venire verso di me dopo che avevo acceso il mio apparecchio per filmare. Sembrava trovarsi lì apposta per me per essere ripreso. Nel mirino della videocamera, zoomando leggermente, mi sono resa conto che probabilmente stavo filmando un oggetto volante non identificato. Durante l’avvistamento, durato circa 10 minuti, si è anche abbassato di quota fino ad arrivare a circa 20 metri dal suolo. L’oggetto, è arrivato in prossimità del confine tra il mio giardino e quello di un vicino, nei pressi di un albero. Poi è tornato indietro ed è sparito velocemente nella stessa direzione da cui era arrivato. Ripeto che, anche se nella zona volano velivoli umani, ma escludo tale ipotesi perchè so riconoscerli. Quindi, credo fermamente che fosse proprio un ufo”.

 UFO DRAGONA 800X600 (2)

ANALISI DI ANGELO MAGGIONI IN COLLABORAZIONE CON ANGELO CARANNANTE. RAPPORTO RESO ALL’ESITO DI INDAGINI E DIVERSE RIUNIONI DI STUDIO ED APPROFONDIMENTO DEL C.UFO.M.

Osservando il filmato possiamo notare alcuni aspetti interessanti. Inutile dire che fare l’ipotesi di un aereo fa quanto meno ridere, per le dimensioni, la forma, il movimento, la quota che è scesa a circa 20 metri come ha dichiarato la testimone. Forse un pallone sonda? Anche questa ipotesi può escludersi in quanto palloni sonda sono spesso ovali, allungati con un rilevatore agganciato sotto che si noterebbe nel filmato. Inoltre, l’oggetto ha un chiaro movimento estremamente irregolare, mostrando degli scatti improvvisi alternati ad altrettanti repentini stazionamenti. Aveva un movimento classico degli ovni, che in alcune fasi potremmo assimilare a quello a “foglia morta”. La testimone ha dichiarato che si è abbassato di quota e poi è salito. Non dimentichiamo che all’inizio dell’avvistamento, Iwona ha visto stazionare l’oggetto volante non identificato per diversi minuti.

1 - INCLINAZIONE UFO

Allo stesso modo ci sembra di escludere mongolfiere e lanterne cinesi e di ogni sorta. Fatto molto strano, come capita non di rado in incontri molto ravvicinati con oggetti volanti non identificati, la fotocamera che all’inizio aveva in mano Iwona, si è bloccata e non ha voluto saperne di funzionare, tant’è che la testimone è corsa in casa per prendere la videocamera a nastro. E’ accaduto un fatto altrettanto enigmatico o forse spiegabile con un po’ di conoscenza del funzionamento delle videocamere a nastro.

2 - INCLINAZIONE UFO

Infatti, quando si è tentato di riversare il video, per una probabile incompatibilità tra lettore e nastro quest’ultimo sganciava in continuazione. Se visto direttamente sulla videocamera o questa collegata alla televisione, si vedeva abbastanza bene. La tecnologia superata e quindi obsoleta provoca purtroppo questo tipo di problema. Ma ci chiediamo: visto che l’ufo ha probabilmente bloccato, con i suoi effetti elettrici/elettromagnetici, la fotocamera che aveva in mano all’inizio Iwona, potrebbe essere che ha avuto un qualche tipo di effetto sul nastro?

3 - INCLINAZIONE UFOPoco probabile ma non ci sentiamo di escluderlo del tutto.  Dobbiamo aggiungere, per onestà, che il “ tremolio “ in basso, ma anche in alto, in alto della banda del nastro, fa supporre un inserimento non corretto del nastro che lo porta, a tratti, durante l’avvolgimento, sulle estremità basse o alte della testina di lettura. Si producono di conseguenza tali effetti e spesso delle interruzioni, che però non pregiudicano del tutto il filmato (come dimostrato dall’ottimo lavoro dei nostri esperti) che risulta molto disturbato con frame in chiaro alternati a parti scure nel campo visivo.

4 - INCLINAZIONE UFO

A ben vedere, la circostanza depone per la genuinità del filmato. Aggiungiamo ulteriormente che, i video su nastro perdono inevitabilmente di qualità (e quindi si deteriorano, man mano che vengono visti e rivisti) ma, comunque buona, nel nostro caso, per un’analisi attenta. Dunque proseguendo nella nostra disanima, esiste un tipo di oggetto volante che si potrebbe accostare all’ufo che si osserva nel video di Dragona. Si tratta del pallone mylar.

pallone mylar

Il mylar è un materiale usato per fare palloncini o per proteggerci in determinate necessità. Quindi, sembrerebbe che l’effetto di rotazione che appare dal video, riconduca a questo tipo di pallone. Tuttavia, a nostro avviso, due fattori mettono in dubbio l’identificazione dell’ufo nel mylar: 1) la poca brillantezza. Vero è che l’oggetto viene illuminato in alto a destra, ma è altrettanto vero che esso comunque non emana quei riflessi tipici, classici, quasi accecanti, che un pallone mylar emette quando viene colpito dal sole. Infatti l’oggetto in video appare comunque molto scuro; 2) il suo movimento. In effetti, la rotazione dell’ufo di Dragona, non rispecchia a fondo quella di un pallone mylar. E’ possibile vederlo dal filmato di youtube di cui sopra. Come si osserva in esso, i palloni mylar in volo hanno una classica e direi monotona rotazione unica. A Dragona, come dichiarato dalla testimone, non c’era vento, proprio come nel posto dove è stato girato il video del pallone mylar che vi abbiamo proposto. Il pallone mylar gira su se stesso, ma saranno rarissimi i casi in cui lo stesso possa nello stesso tempo capovolgersi e ruotare su se stesso. Cosa che fanno le sfere non identificate del tipo che stiamo analizzando. Questo accade perché l’elio di cui è riempito il pallone mylar per farlo volare, tende a farlo lievitare. L’elio, ricordiamo, è un gas che ha una densità minore rispetto all’aria. Con un programma apposito, notiamo pure che l’oggetto esegue due velocissime manovre a zig zag ma ha anche movimenti del tutto irregolari. Ingredienti sufficienti per escludere un pallone mylar e classificare l’oggetto come non identificato e cioè un ufo.

5 - INCLINAZIONE UFO

Un drone? Per quanto riguarda il drone, bisogna tener in considerazione principalmente l’altezza e la distanza. Le sue eliche non necessariamente sono visibili. Infatti, in alcuni casi lo sono, in altri no. Per avere un drone semi professionale con cam incorporata, e che sia leggermente più grande di una mano, il costo minimo è di 300/500 euro. Se si aggiunge il kit per il volo, si raggiungono cifre dai 800/1500 euro e parliamo solo di droni mediocri. Questi tipi di droni hanno una portata massima, nel senso di poterli radiocomandare, di 150 metri di altezza ed una distanza massima di 2 km. Dobbiamo sapere che un normale drone, come ad esempio un Bebop2 o un Phantom3, a circa 20 metri di quota si osserva con un po’ di difficoltà ad occhio nudo. Nonparliamo ovviamente di quelli grandi. Oltre i 50 metri di quota già è più difficoltoso vederli. Questa introduzione serve per fare un confronto con il video di Dragona. Da quest’ultimo, si evince che l’oggetto ripreso, da una stima approssimativa e considerando i punti di riferimento del campo visivo, è presumibilmente più grande di un drone amatoriale che dunque escludiamo.. L’oggetto del video non mostra certamente le caratteristiche di un drone, già solo per il tipo di movimento. Sembrano del tutto diverse le modalità di volo.  Come abbiamo spiegato facendo il paragone con il pallone mylar, l’ufo di Dragona ruota su se stesso vorticosamente ed in tutte le direzioni, movimento che un drone evidentemente non compie. La testimone ha dichiarato che non c’era vento ed infatti le piante nel video non sembrano muoversi. Al massimo un drone può fare una capriola ma non ruotare su se stesso vorticosamente come il nostro ovni.  Anche il pallone mylar non può ruotare su se stesso con il tipo di movimento detto: sotto, sopra, destra, sinistra. Per noi, dunque, l’oggetto volante di Dragona è un ufo: fino a prova contraria certa.

Infine una citazione d’obbligo per la collaborazione di Segnidalcielo.it dell’amico Massimo Fratini che ringraziamo e che ci ha concesso anche la gentile disponibilità delle immagini dal suo sito pubblicate nel 2012. A distanza di circa 4 anni Iwonza Szymanska, proprietaria del video e che ricordiamo, sarà ospite del IV Convegno di Ufologia Città di Pomezia di domenica 2 ottobre 2016, pur soddisfatta dell’ottimo lavoro di Massimo Fratini e del suo team, ha voluto, dietro sua autorizzazione scritta in quanto proprietaria delle immagini di Dragona, far analizzare il video al C.UFO.M. per avere un ulteriore punto di vista. Crediamo che sarà soddisfatta del nostro lavoro.

CUFOM – C.UFO.M. MAGAZINE N. 3. FINALMENTE! Dopo gli oltre 7.000 download complessivi dei primi due numeri di C.UFO.M. Magazine, arriva finalmente il tanto sospirato n. 3. E che numero! Sicuramente all’altezza degli altri due. Ecco di seguito  il link per scaricarlo. E’ completamente gratuito. Chi volesse fare una donazione basta che clicchi sull’apposito link e contribuisce alla ricerca. Noterete che è incentrato sul nuovo libro dell’ing. Ennio Piccaluga, nostro Presidente Onorario, dal titolo “Ritorno su Lahmu” sottotitolo “Ossimoro Marte 2″ in verità ci sarebbe anche “Quello che non dovete sapere sul pianeta Marte”, che trovate sulla copertina di questo capolavoro che si preannuncia un sicuro best seller in uscita il 22 settembre in tutte le librerie e sul web.

CUFOM – C.UFO.M. MAGAZINE N. 3. FINALMENTE!

M3copertinav3-723x1024
  C.UFO.M Magazine n°3 17.34 MB   
Download

Vi facciamo vedere  il sommario e le opinioni dei due curatori principali del nostro Notiziario Ufficiale il Dr. Angelo Carannante nostro presidente e l’ing. Ennio Piccaluga. Eccoli di seguito:
000200030004

CUFOM. IV CONVEGNO POMEZIA DOMENICA 2 OTTOBRE 2016! OSPITI PRESTIGIOSI! PRESENTAZIONE DI “RITORNO SU LAHMU. QUELLO CHE NON DOVETE SAPERE SUL PIANETA ROSSO. OSSIMORO MARTE 2″.

Nel corso del Convegno sarà presentato il nuovo lavoro dell’Ing. Ennio Piccaluga “Ritorno su Lahmu. Quello che non dovete sapere sul Pianeta Rosso. Ossimoro Marte 2″. E’ prossimo all’uscita: pochi giorni ancora e sarà vostro in tutte le librerie. Per i fortunati presenti che acquisteranno il libro, Piccaluga apporrà la propria firma per un ricordo da custodire gelosamente nella propria biblioteca. Sia pure a pillole, vi abbiamo anticipato, per quanto possibile, il contenuto di quest’opera. Per una parte è il sequel di Ossimoro Marte (non a caso è sottotitolato con tale nome) che vi consigliamo di comprare al più presto possibile  in modo da avere un quadro più completo. Introduzione, corposa, del Presidente C.UFO.M. dott. Angelo Carannante. Contributo del professore universitario Emilio Spedicato. Il libro vi proporrà immagini sconcertanti del Pianeta Rosso, con nuove “anomalie” che vi sveleranno aspetti insospettati di Marte facendo sorgere nuovi interrogativi sulla realtà del suolo marziano. Vita intelligente? Può essere. Non vi resta che venire a Pomezia dove Piccaluga e Carannante vi diranno molto di più, dalle 12,10 alle 13,30 con interventi in successione. Altri importanti ospiti: Emilio Spedicato, Filiberto Caponi, Francesca Giuliana Cialini, Ivan Ceci, Iwona Szymanska e Fabrizio Molli, Matteo Tenan, Berardino Ferrara. Ecco di seguito il programma dettagliato. Per chi volesse chiedere informazioni i contatti sono qui in alto sulla locandina dell’evento.

1diapositiva convegno245678910111213141516

Restate collegati perchè vi daremo periodicamente degli aggiornamenti su novità, news e curiosità sul Convegno con tanti rretroscena. Un’ultima annotazione: il programma lo trovate anche in allegato in formato PDF. Ecco il link: 2.10.16 – PROGRAMMA DEFINITIVO CONVEGNO CONGRESSO

ritorno ossimoro definitivo 28ef0e78-3a60-4651-a978-f8650208467e

 Chi volesse prenotare “Ritorno su Lahmu”, si può rivolgere all’ing. Ennio Piccaluga scrivendo al seguente indirizzo: piccalugaennio@gmail.com. Ricordiamo che l’introduzione del libro, molto intrigante e corposa, è del nostro Presidente Angelo Carannante. Inoltre nel lavoro c’è il contributo del professore universitario Emilio Spedicato. Quindi opera di altissimo livello e intrigante, con immagini mozzafiato. Avrà un formato di un volume da biblioteca  e sarà vostro a modico prezzo. Sul pianeta Marte non c’è vita? E chi l’ha detto? Avrete delle sorprese straordinarie. Le prove definitive di vita sul Pianeta Rosso? Non ci sbilanciamo…toccherete con mano una realtà sconvolgente!

SCARICA C.UFO.M. MAGAZINE. E’ GRATUITO

ANGELO CARANNANTE 2

Qui, nella foto a sinistra il dr. Angelo Carannante, Presidente del C.UFO.M. alias Centro Ufologico Mediterraneo, molto spesso in TV nazionali e sui media. E’ stato su Rai Uno, Rai Due, Italia 1 a Mistero più di una volta, Canale 5 ed altre tv e radio. Ha scritto per varie riviste a tema ufo come Area di Confine, Mistero, XTime, Il Giornale dei Misteri. Del Notiziario gratuito ufficiale del Centro Ufologico Mediterraneo chiamato C.UFO.M. Magazine, insieme all’ing. Ennio Piccaluga, è il principale artefice.  

 

   *******************************

Ennio PiccalugaQui a sinistra l’ing. Ennio Piccaluga anche lui molto conosciuto in ambito nazionale. Famosa la sua partecipazione a Voyager insieme a Margherita Hack. Autore del best seller “Ossimoro Marte”, di cui si sono vendute migliaia di copie ed ancora disponibile, che ha rivelato sconvolgenti realtà del suolo di Marte con artefatti inquietanti. E’ stato direttore della celebre rivista “Are di Confine” a tema ufo, probabilmente la migliore della storia in Italia del suo genere. Davvero splendida.

 

copertina2 566x800-

La bellissima cover di CUFOM MAGAZINE 2.

C.UFO.M. MAGAZINE 2. SECONDO NUMERO. SCARICALO: E’ GRATIS!

COVER E SOMMARIO - 800X600

La grafica, rispetto al n. 1 è migliorata tantissimo e vi sono articoli di altri soci e collaboratori del C.UFO.M.. Se ci fate anche una donazione contribuirete alla ricerca ed a relegare nell’angolo chi vuole il male del’ufologia. Più cresciamo e più iniziative possiamo mettere in cantiere.

EDITORIALI

“L’opinione” dei nostri due big: a destra il dr. Angelo Carannante ed a sinistra l’ing. Ennio Piccaluga.

DONA. ANCHE POCHI CENTESIMI CI AIUTANO!

magazine cufom
C.UFO.M Magazine n ° 118.82 MB

copertina2

C.UFO.M Magazine n ° 28.24 MB

 Sostienici per aiutarci a migliorare. Sempre!

Sappiamo del periodo di crisi e questo è indubbio. Purtroppo, ahinoi, nonostante più di 2.000 download del primo numero le donazioni sono state pochissime dell’ordine di pochi euro. Forza allora, il prodotto merita un premio, anche piccolo di pochi centesimi, non importa, perchè tutti quanti facciamo crescere il C.UFO.M. che sta subendo attacchi da scettici e disinformatori e da certi ambienti dell’ufologia gelosi del loro potere e che soprattutto tengono i casi ufo..in polverosi archivi non facendoli conoscere alla gente. E poi avete ben due numeri per arricchire il vostro archivio con il nuovo che avanza. Ufologia di attualità ma anche datata. Non trascuriamo nulla. Leggetevi i due aditoriali, gli indici e gustatevi le copertine. Ed una volta scaricati i due numeri anche tante news, analisi di casi, articoli, posta dei lettori, convegni, ecc. Buon divertimento dal nostro staff. Ciaooooooo!

SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL C.UFO.M..

SARAI INTRODOTTO NEI SEGRETI DEGLI UFO

ED ALIENI. DIVENTA RICERCATORE CON NOI.

TANTI UFO FILE TOP SECRET  TI ASPETTANO!

CONTATTACI SU:

320/4659798

centroufologicomediterraneo@gmail.it

angelo.carannante40@gmail.com

facebook: pagine ufficiali

CENTRO UFOLOGICO MEDITERRANEO

oppure CENTRO UFOLOGICO DI BENEVENTO MARS GROUP CAMPANO

Twitter